Pacì Paciana

|
No votes yet.
Please wait…

Autori: Marina Assanti, Stefano Cattaneo

Titolo: Pacì Paciana

Sottotitolo: Vincenzo Pacchiana l’ultimo dei valleriani

Numero Pagine: 240

Formato: 15x21cm

Isbn: 9788872037256

Prezzo: € 16,00

Disponibile EBOOK clicca qui

Ambientato nelle valli bergamasche, in Valtellina e nell’Alto Lario agli inizi del 1800, il libro riporta la narrazione di un nonno ai suoi nipotini delle gesta del famoso “brigante”, difensore degli oppressi e generoso nell’aiutare i più bisognosi. Il racconto del nonno si intreccia alla vita reale. Vincenzo Pacchiana (Pacì Paciana), ferito, si rifugia nella malga del vecchio coinvolgendo i piccoli ancor più delle storie raccontate. Alcune scene di vita quotidiana (falciatura, transumanza, preparazione dei pasti, feste…) arricchiscono la narrazione.

Marina Assanti, nata a Trieste il 12.7.1962, poetessa. Dal 2004 partecipa con buon successo a diversi concorsi nazionali per poesia ottenendo premi e pubblicazioni in antologie e su riviste (anche di qualche racconto breve). Da qualche anno pubblica su due siti letterari. Nella narrativa, esordisce con l’opera “La Madre e altri racconti”, scritta con Stefano Cattaneo, che porta la splendida presentazione della scrittrice Marilina Veca, e pubblicata dalla Casa Editrice Rapsodia (ed.2015). Con Stefano Cattaneo e Marilina Veca scrive “Vita di un parroco, Storia di un’epoca”, edito dalla Atene del Canavese – ed. 2015. Sempre con Stefano Cattaneo, scrive “Leggenda d’Amore”, edito dalla Atene del Canavese – 2018.

Stefano Cattaneo, nato a Calcio (Bg), vive in provincia di Milano. Artigiano e studioso autodidatta di storia antica e moderna, appassionato di tematiche religiose, ha collaborato alla realizzazione del libro-inchiesta “La Testa dell’Idra”, di Marilina Veca, edito da Sensibili alle Foglie – 2011. Per la narrativa, esordisce con la raccolta “La Madre e altri racconti”, scritta con Marina Assanti – con la prefazione della suddetta scrittrice Marilina Veca – e pubblicata dalla Casa Editrice Rapsodia (ed.2015). Con Marina Assanti e Marilina Veca scrive “Vita di un parroco, Storia di un’epoca”, edito dalla Atene del Canavese – ed. 2015, con Marilina Veca scrive “Anatomia di un Delitto”, edito dalla Kimerik (2017). Su questo testo sono stati redatti due articoli pubblicati da Famiglia Cristina il 9.7.2017. Con Marina Assanti scrive “Leggenda d’Amore”, edito dalla Atene del Canavese – ed. 2018.

Categoria: Narrativa

27 Commenti Lascia un commento

  • Scritto con passione abilità nella ricerca dei dettagli e degli eventi storici della vita di questo ribelle diventato mito, un must!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Ottimo! Una lettura davvero avvincente!

    No votes yet.
    Please wait...
    • La storia di Vincenzo Pacchiana raccontata dai due autori del libro è coinvolgente ed emozionante. Non avevo mai sentito parlare di questo personaggio ribelle e sono felice di aver conosciuto le sue gesta. Il libro è scorrevole, scritto in maniera semplice e chiara ma ricco di dettagli interessanti. La storia trasmette coraggio e forza d’animo poiché esalta la nobiltà di un uomo che lotta per la giustizia. Lo consiglio!

      No votes yet.
      Please wait...
      • Cristina, grazie per il graditissimo, esaustivo commento.
        Molto apprezzato.
        Saluti,
        Marina Assanti

        No votes yet.
        Please wait...
  • Un racconto coinvolgente ed appassionante sulla vita di un brigante bergamasco diventato leggenda. Consigliatissimo!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Le avventure di Vincenzo Pacchiana narrate in modo avvincente e scorrevole. Si legge tutto d’un fiato. Lo consiglio fortemente!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Il Robin Hood della mia infanzia. Molto nostalgico!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Grazie Max per aver colto la passione con cui abbiamo scritto, con cui abbiamo cercato di ricostruire l’ardimentosa, sfortunata ma epica vita di questo ribelle ingiustamente dimenticato dalla storia ufficiale, ma che ha saputo mantenere viva la memoria per generazioni dove lo hanno conosciuto.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Un sentito Grazie di cuore a Mauro, Elena, Valeria, per le lusinghiere parole con cui hanno voluto gratificare la nostra fatica e onorare il protagonista della vicenda.
    E un grazie a Marco, con cui mi complimento per il fatto che già conoscesse questo Robin Hood, che se fosse vissuto in Inghilterra sarebbe leggendario protagonista di libri e di film.
    E che invece l’Italia stava dimenticando.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Romanzo molto scorrevole e ricco di particolari storici della cultura bergamasca,da leggere anche se non appassionati. La storia di un brigante gentiluomo narrata dal punto di vista del popolino e la tradizione orale che spesso viene precaricato da chi invece la storia la manipola a suo piacimento.
    molto bella l’idea di far raccontare i fatti del PACCHIANA da un vecchio bergamino molto colto a dei bambini,mentre intorno ruotano particolari della tradizione:parole dialettali,pietanze ,usi e costumi contadini ormai quasi perduti;anche da ciò nota un gran lavoro di ricerca storica non solo da archivio.
    Complimenti!
    Grazie per aver valorizzato la storia di un uomo,di una terra,di una gente.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Grazie Paolo!
    Ti confesso che se mi avessero incaricato di valorizzare il libro, non sarei riuscito a farlo come hai fatto tu e i lettori che ti hanno preceduto nei commenti.
    Mi permetto di rimarcare uno dei punti da te citato: Il libro non è scritto solo per gli appassionati. ma per tutti.
    Concludo pertanto con un grande abbraccio a tutti i lettori.

    No votes yet.
    Please wait...
  • A lettura del libro è semplice, comprensibile.Bravi agli autori

    No votes yet.
    Please wait...
    • Mi fa un particolare piacere leggere fra i commentatori il glorioso cognome Pacchiana.
      Alcuni giorni fa, il sindaco di Plesio, il Senatore Celestino Pedrazzini mi ha detto che nel suo comune, il cognome del traditore, Carciocchi, si è estinto un decennio fa.
      Perciò Grazie Giacomo per aver voluto apprezzare la modesta nostra fatica, e per ricordarci che l’antica stirpe non è morta.

      No votes yet.
      Please wait...
  • Sono veramente commossa.
    Ringrazio Max, Mauro, Elena, Valeria, Marco,Paolo e Giacomo (che porta lo stesso cognome del Pacì) per i sentiti, esaustivi commenti di apprezzamento.
    Grazie di cuore per la lettura anche da parte mia,
    Marina Assanti 🙂

    No votes yet.
    Please wait...
  • Consiglio a tutti di leggere questo libro!
    Il racconto del re della Val Brembana è ricco di aneddoti storici e di interessanti vicende romanzate.
    La narrazione invoglia il lettore a proseguire senza sosta di pagina in pagina.
    Complimenti agli autori!
    Giacomo

    No votes yet.
    Please wait...
    • Mi fa particolarmente piacere Giacomo, trovare fra i commentatori il nome di un “antico” compagno di scuola e di un ritrovato amico, finora purtroppo solo su internet.
      Ti ringrazio per le lusinghiere parole di apprezzamento, con l’augurio che prima o poi ci si possa rivedere.

      No votes yet.
      Please wait...
    • Ringrazio anch’io Giacomo Ranghetti per il graditissimo commento.
      Marina Assanti

      No votes yet.
      Please wait...
  • Ho accolto con piacere la pubblicazione di questo libro sulle gesta di Vincenzo Pacchiana (Pacì Paciana) essendo direttamente interessato all’argomento. Un libro scritto con passione ed attenzione, che riesce a catturare l’interesse anche di chi già conosce la “leggenda” del Pacì Paciana e dove si da risalto al tema del “Racconto”, della “Memoria”, (in questo caso il nonno racconta ai nipoti le gesta del brigante). Racconto e Memoria che purtroppo al giorno d’oggi fanno sempre più fatica a trovare spazio in un mondo sempre più social e superficiale.
    Complimenti agli autori
    GF Piersanti

    No votes yet.
    Please wait...
    • Probabilmente Vincenzo Pacchiana mai avrebbe immaginato che sulla sua vita scrivessero un libro.
      Ma soprattutto non avrebbe immaginato che a commentarlo arrivasse il traditore, Giacomo Carciocchi.
      … Naturalmente nei panni del famoso attore che lo interpreta in “La storia del santo traditore”
      ( https://www.bergamoavvenimenti.it/calendario/event/32884/PRESTIGI/ )
      Gianfranco Piersanti, che sentitamente ringrazio per aver voluto onorare la nostra opera con un suo prestigioso commento. Grazie di Cuore.

      No votes yet.
      Please wait...
    • Gentilissimo Gianfranco Piersanti, la ringrazio sentitamente anch’io per l’apprezzato e gradito commento al nostro testo.
      Marina Assanti

      No votes yet.
      Please wait...
  • Lo sto leggendo. È come leggere una favola con sapore un po’ antico ma, il bello è sapere che favola non è. Molto interessante la ricerca storica. Se letto con la dovuta calma ci si cala nell’ambientazione di quei tempi

    No votes yet.
    Please wait...
    • Ero tentato di far ridiscendere la pagina per accertarmi che non ti stessi rivolgendo a un altro libro.
      Grazie Angela, anche a nome di Marina Assanti Grazie di tutto cuore per le lusinghiere parole. Anche se, gran parte del merito, non è nostro, ma del grande Vincenzo Pacchiana, che con la sua eroica avventurosa ed epica vita, ha magistralmente intrecciato la trama del nostro libro.

      No votes yet.
      Please wait...
    • La ringrazio anch’io, Angela, per l’espresso gradimento.
      Marina Assanti

      No votes yet.
      Please wait...
  • Si legge con grande curiosità, molto coinvolgente e molto ben strutturato con gli episodi, complimenti agli autori per la minuziosa ricerca e ricostruzione, bravi

    No votes yet.
    Please wait...
  • Gia’ dalla premessa la lettura di questa libro mi ha presa. Scrivere un libro,anche emplice non e’ facile perche’ secondo me,lo scrittore deve fare in maniera da poter entrare nell’animo e nella mente del lettore. . E’ un lavoro di ricerca e’ un andare a spulciare documenti ufficiali e ricostruire le vicende. Grazie per questo libro,mi avete fatto conoscere personaggi di cui non ho mai sentito parlare. I cosidetti briganti che alla fine sono persone che hanno combattuto per la giustizia. Grazie anche per aver rinfrescato in me un po’ di storia d’Italia.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Bellissimo! Ne suggerisco la lettura! Scorrevole e appassionante! Lo rileggerò con le mie bimbe! Gli eroivanno narrati per le loro gesta, per la loro etica, per il loro folle romanticismo, per il loro esempio! Grazie agli autori per averci permesso di riscoprire il personaggio! Paola

    No votes yet.
    Please wait...
  • Ringrazio di vero cuore per gli apprezzatissimi commenti, Pietro Cassani, Mariantonietta Tondolo, Paola.
    Gentilissime e molto esaustive le vostre parole.

    Cordialissimi saluti a tutti,
    Marina Assanti

    No votes yet.
    Please wait...

Lascia un commento

Shipping is not available for your country, contact us at acquisto@velar.it for more details.

I nostri libri

Iscriviti alla Newsletter

Leggi Informativa sulla Privacy per il Sito Web (artt. 13-14 del GDPR - Regolamento UE N. 679 del 27.04.2016)

Ho preso visione dell'informativa fornita ai sensi dell'artt. 13-14 del GDPR - Regolamento UE N. 679 del 27.04.2016 e acconsento all'invio di materiale promozionale.